Aforismi su Aprile

Il quarto mese dell’anno in base al calendario gregoriano. Qui trovi tutte le più belle frasi, citazioni e aforismi su Aprile

Aforismi su Aprile
In questa pagina trovi frasi, citazioni e aforismi su Aprile. Gli aforismi più belli, famosi e importanti.

Citazioni, frasi celebri e aforismi di poeti, scrittori, artisti e personaggi famosi. Ti darò tutto quello che serve per aiutarti a trovare le parole giuste.

Se come me adori usare citazioni e frasi celebri o ti piace inventare degli aforismi, in questa pagina troverai l'ispirazione e le parole giuste. Un ulteriore aiuto puoi trovarlo cercando su Amazon uno dei tanti libri dedicati ad aforismi, citazioni e frasi celebri.

Se sei alla forsennata ricerca delle parole giuste, ti ho semplificato il lavoro. Ho cercato e selezionato per te citazioni, frasi celebri e aforismi migliori scritti da poeti, scrittori, artisti e personaggi famosi.

Quindi, fatta questa breve premessa, non dovrai fare altro che copiare usando la combinazione di tasti CTRL+C e incollare usando la combinazione di tasti CTRL+V, su blog, sito o social network.

Elenco frasi, citazione aforismi su Aprile:

Aprile fa i fiori e maggio ne ha gli onori.

Gennaio ingenera, febbraio intenera, marzo imboccia, aprile sboccia, maggio fiorisce.

Marzo imbozzola, aprile sbozzola.

Se vuoi cocomeri grossi come un barile, piantali il primo giovedì d’aprile.

Aprile ogni goccia (gocciola) un barile.

Aprile è il mese più crudele ma anche ottobre non scherza.
STEFANO BENNI

Coraggio, dopo aprile ecco maggio.

Aprile ha il fiore e maggio n’ha l’onore; aprile fa il fiore e maggio gli dà il colore.

Aprile è una promessa che Maggio è costretto a mantenere.
HAL BORLAND

Aprile non ti scoprire, maggio va adagio, giugno apri il pugno.

Marzo piovi, piovi, april non cessar mai, maggio dammene una che n’ho assai.

Marzo asciutto, april bagnato, beato il villan che ha seminato.

La pecora e l’ape in aprile danno la pelle.

La gemma d’aprile non empie il barile.

Dove sono le nevi d’un tempo che l’aprile ha disciolto?
FRANÇOIS VILLON

Marzo alido, aprile umido.

April piovoso, maggio ventoso, anno fruttuoso.

Vite in april potata, ha mai la sete al vignaiol levata.

Noi siamo attratti dai nostri apparecchi televisivi ad ogni aprile nel modo in cui siamo attratti sulla scena di un incidente.
VINCENT CANBY

Aprile dolce dormire, gli uccelli a cantare e gli alberi a fiorire.

Febbraietto maledetto; marzo a sbalzo; aprile gentile.

Val più un istante in aprile che tutto un lungo mese in autunno.
ADAM MICKIEWICZ

Teneramente malato di memorie infantili
sogno la nebbia e l’umido delle sere d’aprile.

SERGEJ ESENIN

– Deadpool: Buon Natale.
– Dopinder: Un serenoNatale a lei anche se è aprile, signor Pool.

RYAN REYNOLDS – Deadpool
KARAN SONI – Dopinder

Se marzo non marzeggia, aprile non verdeggia.

Quando mignola d’aprile / ammannisci un buon barile; / quando mignola di maggio / n’avrai tanto per assaggio; / quando mignola di giugno / t’ungerai appena il grugno.

Ai cinque d’april / il cuccù deve venire: / se non viene ai sette o agli otto / o ch’è perso o ch’è morto; / se non viene ai dieci / gli è perso per le siepi; /se non viene ai venti / gli è perso fra i frumenti; / se non viene ai trenta / il pastor l’ha mangiato con la polenta.

Vieni d’aprile, ti farò morire, vieni di maggio, ti darò coraggio.

Aprile, con un occhio ride e con l’altro piange.

Quando tuona d’aprile, buon segno per il barile.

Quando canta il chiù, il caldo a letto non si mette più.

Tralcio nato in aprile, poco vino mette in barile.

D’aprile non t’alleggerire; di maggio vai adagio, di giugno getta via il cuticugno, ma non lo impegnare, che potrebbe abbisognare.

Marzo asciutto, april bagnato, contadinofortunato.

Quando canta il cucco, si dorme dappertutto.

II primo d’aprile, non andare dove ti mandano.

Se marzo non marzeggia, aprile non si festeggia.

Aprile, aprilante, quaranta giorni durante.

Aprile e conti, per lo più son traditori.

La pioggia d’aprile dura quaranta giorni.

Di marzo, ogni villan va scalzo; d’aprile, va il villano e il gentile.

Se marzo non marzeggia, april campeggia e giugno non festeggia.

Chi vuol goder l’aprile nella stagion severa,
rammenti in primavera che il verno tornerà.
Per chi fedel seconda così prudentestile,
ogni stagione abbonda de’ doni che non ha.

METASTASIO

O fresco aprile, o sano odor di timo!
VITTORIA AGANOOR

D’aprile torna la vecchia al covile e la giovane non ci torna perché si vergogna.

Una goccia d’aprile vale mille lire.

Acqua d’aprile, ogni gocciola val mille lire.

L’acqua d’aprile il bue ingrassa, il porco uccide e la pecora se ne ride.

D’aprile esce la vecchia dal covile.

D’aprile non t’alleggerire; di maggio non te ne fidare; di giugno fai quel che ti pare.

April, aprilone, non mi farai metter giù il pelliccione.

Se marzo non marzeggia, sarà april che lo pareggia.

La prima acqua di aprile, vale un carro d’oro con tutto l’assile.

Val più un’acqua fra aprile e maggio che i buoi col carro.

II primo aprile, il cuculo ha da venire, ma se non viene il giorno otto, il cucul vuol dire che è morto.

Se marzo non marzeggia, april mal pensa.

Per San Marco il baco in processione.

Marzo ventoso, aprile temperato, fa felice il villan che ha seminato.

Quando canta il cucco, un giorno molle e l’altro asciutto.

La nebbia di marzo non fa male, ma quella di aprile toglie vino e pane.

La neve di gennaio diventa sale, quella d’aprile farina.

D’aprile ogni goccia val mille lire.

Chi pon cavolo in aprile, tutto l’anno se ne ride.

Aprile or piange, or ride.

Aprile, una gocciola al die.

II primo d’aprile, non raccoglier soldo.

Se vai a potar d’aprile, contadino, molt’acqua beverai e poco vino.

In aprile piove per gli uomini e di maggio per le bestie.

Non potare d’aprile, o contadino; se non vuoi bere l’acqua, invece del vino.

Aprile dolce dormire.

Terzo aprilante, quaranta dì durante.

Aprile temperato, non è mai ingrato.

Marzo tinge, aprile dipinge, maggio fa belle le figliole e giugno se le gode al sole.

Marzo marzeggia, e se marzo non ci pensa c’è aprile che ci pensa.

D’aprile esce la vecchia dal covile e la giovane non vuole uscire.

Ma se maggio si rivolta, viene aprile un’altra volta.

Marzo nuvoloso, aprile piovoso.

Aprile la spiga, maggio il latte, giugno il seme.

Aprile, esce la vecchia dal cortile.

Dio ci guardi dal fungo di gennaio e dalla polvere di aprile.

Aprile e maggio sono la chiave di tutto l’anno.

Quando canta il cuccù, cavolfiore non si mangia più.

Le dolci acque d’aprile valgon più che il trono di Salomone.

Di gennaio e febbraio, metti il tabarro; di marzo, ogni matto vada scalzo; d’aprile, non ti scoprire; di maggio, vai adagio; di giugno, levati il cuticugno e se non ti pare, tornalo a infilare; di luglio vattene ignudo.

Aprile dolce dormire e forte sospirare; i granai sono vuoti e le botti cominciano a sonare.

Aprile non un filo, maggio va adagio.

Se tagli un cardo in aprile ne nascono mille.

Se piove nei giorni imprestati, granturco e fagioli van seminati.

Aprile, quando piange e quando ride.

Quando canta il cuculo, coi finocchietti ti ci spazzi il culo.

Quando t’ho conosciuto era d’aprile,
quel mese traditore
che nell’ebbrezza del nascente amore
pinge ogni cosa d’un color gentile.

VITTORIA AGANOOR

Aprile, apriletto, un dì freddo un dì caldetto.

In aprile, ogni goccia vale un barile.

April ne ha trenta, ma se piove trentuno non si lamenta nessuno.

Aprile freddo sera e mane, da gran copia di vino e pane.

Febbraio ferra, aprile apre, maggio sparge le foglie per le capre.

II freddo d’aprile appresta al contadino pane e vino.

Quando marzo marzeggia, april campeggia.

Se piove il quattro di aprile, pioverà per quaranta giorni.

Nel mese d’aprile, aspro ragliare e dolce dormire.