Aforismi sui calciatori

E’ un atleta che pratica lo sport del calcio. Qui trovi tutte le più belle frasi, citazioni e aforismi sui calciatori

Aforismi sui calciatori
In questa pagina trovi frasi, citazioni e aforismi sui calciatori. Gli aforismi più belli, famosi e importanti.

Citazioni, frasi celebri e aforismi di poeti, scrittori, artisti e personaggi famosi. Ti darò tutto quello che serve per aiutarti a trovare le parole giuste.

Se come me adori usare citazioni e frasi celebri o ti piace inventare degli aforismi, in questa pagina troverai l'ispirazione e le parole giuste. Un ulteriore aiuto puoi trovarlo cercando su Amazon uno dei tanti libri dedicati ad aforismi, citazioni e frasi celebri.

Se sei alla forsennata ricerca delle parole giuste, ti ho semplificato il lavoro. Ho cercato e selezionato per te citazioni, frasi celebri e aforismi migliori scritti da poeti, scrittori, artisti e personaggi famosi.

Quindi, fatta questa breve premessa, non dovrai fare altro che copiare usando la combinazione di tasti CTRL+C e incollare usando la combinazione di tasti CTRL+V, su blog, sito o social network.

Elenco frasi, citazione aforismi sui calciatori:

Se non fossi diventato un cantante sarei stato un calciatore… o un rivoluzionario. Il calcio significa libertà, creatività, significa dare libero corso alla propria ispirazione.
BOB MARLEY

Non mi sveglierò mai da questo sogno, perché è vero, è tutto vero: sono diventato campione del mondo, gioco in serie B con la mia squadra, con il mio 10 sulla schiena.
ALESSANDRO DEL PIERO

– Giornalista: Il problema sono le palle inattive?
– Serse Cosmi: Sì, ma quelle dei miei giocatori.

SERSE COSMI

Non contano i moduli, possiamo giocare con il 3-3-3, il 4-4-4 o il 5-5-5 di Oronzo Canà: quando ci sono giocatori di qualità puoi giocare in qualsiasi modo.
ANTONIO CASSANO

La gente discute di Pelé e Maradona. Per me il migliore è stato Di Stefano.
PELÉ

Le scarpe rendono più elegante il giocatore ma solo quello che ha dentro lo rende più forte.
CRISTIANO RONALDO

Neymar può diventare anche più forte di me.
PELÉ

Io il successo me lo sono meritato, come Franco Baresi che si è fatto i suoi miliardi giocando da grande difensore.
SILVIO BERLUSCONI

La giovinezza finisce quando il tuo calciatore preferito ha meno anni di te.
DAVID TRUEBA

Giocatori con caratteristiche diverse poi si eludono a vicenda e diventa poi anche difficile proporsi in emozione come usate dire voi.
GIOVANNI TRAPATTONI

Se Baggio è Raffaello, Del Piero è Pinturicchio.
GIANNI AGNELLIParlando di Alessandro Del Piero, Roberto Baggio

Un gruppo dei migliori giocatori non fa necessariamente la migliore squadra.
MARCELLO LIPPI

Avere Platini in squadra era come avere una credit card sempre a portata di mano.
GIANNI AGNELLI

Fin da ragazzo i miei sogni erano 3, giocare nel Manchester United, nel Real Madrid ed esserecapitano del Portogallo… non c’è niente di più bello che realizzare i propri sogni ed io ci sono riuscito a soli 25 anni.
CRISTIANO RONALDO

L’interista più simpatico? Giacinto Facchetti. Fece un gol al Napoli in mezzo alla nebbia e venne a cercarmi a bordo campo per abbracciarmi. Ci mise tre minuti per trovarmi.
PEPPINO PRISCO

Lionel Messi è semplicemente il migliore, per me è un onore dividere la stanza con lui ma anche gli obiettivi e la maglia.
NEYMARParlando di Leo Messi

Era uno di quelli che si credono superiori perché sostengono che il calcio consiste in ventidue imbecilli che corrono dietro una palla.
OSVALDO SORIANO

Amo giocare in velocità, è una caratteristica che sfrutto spesso anche in partita.
NEYMAR

Quando smetterò spero di essere ricordato per essere stato un bravo ragazzo. Mi piacefare gol, però mi piace anche avere degli amici in squadra.
LEO MESSI

L’abbiamo comprato per un tozzo di pane e lui ci ha messo sopra il foie gras.
GIANNI AGNELLIParlando di Michel François Platini

I soldi in più o in meno non c’entrano: un miliardo in più o in meno non cambia la vita.
CHRISTIAN VIERI

Credo che merito di vincere il Pallone d’Oro tutti gli anni. Mi piacevincere sempre ma so che non dipende da me. Mi piacerebbe vincere, ma alle volte si vince, altre si perde, funziona così.
CRISTIANO RONALDO

Con un giornalista che si complimentava con lui per essersi conquistato la fama di uomointelligente, Gianluca Vialli si è così schernito: ‘Mi ritengono tale solo perché il giudizio globale sui calciatori è quello di ricchi scemi’.

Le mie battaglie più grandi hanno sempre puntato a incrementare nei miei giocatori la consapevolezza della propria forza, fino a raggiungere la presunzione.
MARCELLO LIPPI

Non è il tipo di gioco ad essere fondamentale. La cosa più importante è avere 23-24 giocatori, tutti bravi. Questo è decisivo: che siano tutti bravi. Poi giocherai il calcio che meglio si adatta alla squadra che mandi in campo.
MARCELLO LIPPI

Mi dite che sono stato il più grande ma la verità è che ho fatto parte di una squadra imbottita di campioni.
MARCO VAN BASTEN

È impressionante, è un riferimento per tutti e dimostra che l’età nel calcio non è importante. Se sta bene deve continuare, è un bene per i bambini e per tutti la sua presenza e dimostra che nel calcio non ci sono limiti.
CRISTIANO RONALDO Parlando di Francesco Totti

Per me l’Italia è Torino. La Juve mi ha fatto diventare un grande calciatore e una grande persona, la porto sempre nel cuore.
ZINÉDINE ZIDANE

Credo che fare l’allenatore sia un mestiere e non un’appendice di un’altra carriera come quella di calciatore.
SERSE COSMI

Nella vita non rifarei solo una cosa: non lancerei per terra la maglia dell’Inter.
MARIO BALOTELLI

I calciatoricattivi guadagnano certo troppo, quelli buoni non guadagnano mai abbastanza.
GIANNI AGNELLI

I giornalisti non devono avere il tuo numero di telefono. Chiamassero il 12.
ANTONIO CASSANO

Ci sono giocatori di calcio che credono che all’inferno ci sia il girone di ritorno!
DANILO ARLENGHI

Come tutti gli uruguagi, avrei voluto essere un calciatore. Giocavo benissimo, ero un fenomeno, ma soltanto di notte, mentre dormivo; durante il giorno ero il peggior scarpone che sia comparso nei campetti del mio paese.
EDUARDO GALEANO

Tutti devono poter sognare di indossare la maglia numero dieci della Juventus.
ANDREA PIRLO

Maradona lo chiamano rotolo de coppa perché ha vinto i mondiali.

Avere una rosa di 28 elementi è un problema, non mi piace avere tanti giocatori, si gioca 11 contro 11 e averne 28-30 non è positivo, non è bello avere in ritiro giocatori che non voglio e che sanno che non conto su di loro.
JOSÉ MOURINHO

Sono il settimo giocatore più forte del mondo. Forse tra dodici anni sarò il sesto.
ZLATAN IBRAHIMOVIĆ

Un portiere deve trasmetteresicurezza alla squadra, non può permettersi incertezze.
GIANLUIGI DONNARUMMA

Preferisco vincere titoli con la squadra piuttosto che titoli individuali o stabilire record di reti. Però mi preoccupo più di essere una brava persona che il miglior giocatore al mondo.
LEO MESSI

Se potessi, gli consegnerei un Pallone d’Oro alla carriera. Per la bravura, la generosità e l’umiltà, qualità che si possono trovare solo nei grandissimi.
GIOVANNI MALAGÒParlando di Francesco Totti

Io corro, io lotto, ma soprattutto dialogo con la palla, per divertire la gente.
DIEGO ARMANDO MARADONA

Potevo anche trovarmi a una festa di gala vestito di bianco, ma se vedevo arrivare un pallone infangato l’avrei stoppato con il petto.
DIEGO ARMANDO MARADONA

Mi piacerebbe diventare ‘il padrino’ del calcio cubano.
DIEGO ARMANDO MARADONA

Voglio diventare l’idolo dei ragazzipoveri di Napoli.
DIEGO ARMANDO MARADONA

Vedere giocare Messi è meglio che faresesso.
DIEGO ARMANDO MARADONA

Tutti dicono: questo è stato il migliore del Barcellona, questo è stato il migliore del Real Madrid, questo è stato il migliore del Chelsea, questo è stato il migliore… Io sono orgoglioso di essere stato il migliore a Napoli.
DIEGO ARMANDO MARADONA

Voglio giocare anche se ho il menisco in pezzi. Chi è sempre prudente non arriva mai primo. Io intendo giocare e vincere. E’ una follia? Farò il pazzo per tutta la vita.
DIEGO ARMANDO MARADONA

Bigon ha detto di aver bisogno di undici persone che corressero. Allora gli ho fatto presente che non poteva contare su di me, io non ho mai corso in vita mia.
DIEGO ARMANDO MARADONA

Quando si gioca nelle grandi squadre non scegli, cerchi di prendere tutto.
ANDREA PIRLO

Io sono più milanista di Galliani.
GENNARO GATTUSO

Quando vedogiocare Pirlo, quando lo vedo col pallone tra i piedi, mi chiedo se io posso essere considerato davvero un calciatore.
GENNARO GATTUSO

Ero un cagnaccio e davo fastidio a tutti.
GENNARO GATTUSO

Non vorrei parlarne bene e poi magari tornare in albergo e scoprire che ha sfasciato tutto.
GENNARO GATTUSOParlando di Antonio Cassano

Quando andiamo a distribuire regali ai bambini negli ospedali, ti vedono e sembra che abbiano visto Dio. Mi cambia la vita, è un momento che ci fa tutti felici.
GONZALO HIGUAÍN

Ci provi, ma non escono. E quando escono, lo fanno tutti insieme, come il ketchup. È una bella immagine
GONZALO HIGUAÍN

Quando un giocatore smette, diventa sempre migliore.
MARCO VAN BASTEN

Avvicinare Francesco all’area di rigore è come mettere la volpe vicina al pollaio: trova sempre lo spazio per creareterrore.
LUCIANO SPALLETTI Parlando di Francesco Totti

Totti il giocatore più forte al mondo. Dargli la palla è come metterla in banca, è lui l’allenatore di questa Roma.
LUCIANO SPALLETTI Parlando di Francesco Totti

C’è una differenza: giocatore è colui che gioca bene, calciatore è colui che conosce il calcio.
ARRIGO SACCHI

I giocatori non vanno sempre coccolati, anzi devono essereresponsabili dei loro atteggiamenti.
WALTER MAZZARRI

Penso che un giocatoreitalianomeriti di giocare in nazionale, mentre chi non è nato in Italia, anche se ha dei parenti, credo non lo meriti. È la mia opinione.

È vero che il mestiere di allenatore è più difficile di quello del calciatore: da giocatore pensi a te stesso, da tecnico devi prenderti cura degli altri.
FILIPPO INZAGHI

Io penso, spero, che un giocatore allenato da Pippo Inzaghi debba sapere che si deve guadagnare il posto sul campo.
FILIPPO INZAGHI

Nel mio Milan non c’è spazio per chi non lotta.
FILIPPO INZAGHI

Tranquilli, vedrete che un giorno Messi metterà un gol di testa, e sarà un gol storico.
PEP GUARDIOLA Parlando di Leo Messi

Francesco è il mio gladiatore. Un campione a tutto tondo, un fuoriclasse in campo e fuori.
GIOVANNI MALAGÒ Parlando di Francesco Totti

I giocatori ormai sono considerati come delle celebrities, e quindi hanno voglia di vestirsi bene, in maniera cool, non troppo omologati pur mantenendo una divisa.
RENZO ROSSO

Cantare con Celentano è come giocare con Pelé: fantastico.
MASSIMO MORATTI Parlando di Adriano Celentano, Pelé

Io ho sempre le stesse motivazioni, sia in amichevole che in finale di Champions League.
NEYMAR

È un’ottima persona e un grande giocatore. Lo seguo spesso con piacere in tv. Ha grande talento e grande qualità.
NEYMAR Parlando di Mario Balotelli

È un buon giocatore, ma deve parlare meno e giocare di più. In Premier, se saprà ascoltare e vorrà imparare, potrà diventare un grande. Io glielo auguro. Oggi però antepone alla professione troppe altre cose. E questo non va bene.
CRISTIANO RONALDO Parlando di Mario Balotelli

Penso che siamo stati da stimolo l’uno con l’altro ed è anche per questo che la competizione è a livelli altissimi e perché Real e Barça sono le squadre migliori al mondo.
CRISTIANO RONALDO Parlando di Leo Messi

Dove giocherà Baggio l’anno scorso?
ALDO BISCARDI

Ho scoperto che bisogna saper dire certe cose, anche molto scomode, ai giocatori. Ho scoperto che urlare negli spogliatoi nell’intervallo può avere un effetto positivo. Lo faccio raramente perché credo di avere un’autoritànaturale.
ZINÉDINE ZIDANE

Senza esitazioni, Ronaldo è il miglior giocatore con cui abbia giocato. Aveva una tale facilità di controllo. Era il numero uno. Ogni volta che mi allenavo con lui, vedevo qualcosa di diverso, di nuovo, di bello. Ecco quello che differenzia un buon giocatore da un giocatorestraordinario.
ZINÉDINE ZIDANE Parlando di Ronaldo

Quando sei della Juve lo sei per sempre.
ZINÉDINE ZIDANE

Non ho saltato un minuto, tra Mondiali ed Europei, e soprattutto nel Milan ho giocato più di chiunque altro. Ma a inorgoglirmi è l’indipendenzaintellettuale, che mi gusto appieno ormai da una quindicina d’anni.
PAOLO MALDINI

Imparare a correre dietro l’avversario è molto più duro che attaccare e meno gratificante.
PAOLO MALDINI

È un piacere vedere giocare il Barcellona. È una squadra di calciatorieducati, con grandissime doti tecniche. E poi è l’elogio della democrazia del calcio. A parte un paio, il Barça è composto di giocatori di 1,65 o giù di lì, che però non fanno vedere il pallone agli avversari.
PAOLO MALDINI

Non sempre fanno il bene del proprio assistito. Gestiscono purtroppo in toto un ragazzo che invece dovrebbe prendere coscienza. Non bisogna parlare tramite il proprio agente.
PAOLO MALDINI

Con i giocatori agiva come con le dive dello spettacolo: trattava di persona.
FEDELE CONFALONIERIParlando di Silvio Berlusconi

Messi è un genio, non gli manca niente. Quando lo guardo giocarevedo un ragazzo pieno di talento e abilità, molto intelligente e con un piede sinistro come quelle di Maradona.
FRANZ BECKENBAUER Parlando di Leo Messi

Avendo sempre giocato in una squadra, mi sento a disagio quando vengo classificato tra i migliori a livello individuale.
FRANZ BECKENBAUER

Non dovremmo paragonare gli uomini a Dio, ma per Messi si può fare un’eccezione.
FRANZ BECKENBAUER Parlando di Leo Messi

L’Inter era una squadra leggendaria. C’erano giocatori come Facchetti e Mazzola, e in panchina c’era un totem come Herrera, con cui avevo parlato più volte e che mi convinse a lasciare il Bayern Monaco.
FRANZ BECKENBAUER

Un grande allenatore deve essere lui stesso leader, ma deve creare altri leader che in campo riproducano idee, valori, carattere.
GIANLUCA VIALLI

Non possono essere trattati come merce, come invece purtroppo fanno per maquillage di bilancio molte società.
ANTONIO MATARRESE

Ho sempre desideratoessere portiere, forse perché in campo il portiere è un uomo solo e a me piacciono gli sport individuali.
DINO ZOFF

Quando si hanno dei principi come li aveva lui diventa facile compattare un gruppo, lui era un esempio per tutti.
ENZO BEARZOT Parlando di Dino Zoff

Ho un cruccio, che a volte diventa rimorso; non essere riuscito a civilizzare il pubblico, non aver fatto abbastanza per combattere il tifo.
ENZO BEARZOT

Il giorno che decisi che avrei fatto il calciatore, non sapevo dove sarei arrivato. Sapevo che i miei preferivano fare di me un medico, un farmacista o almeno vedermi lavorare in banca. Io avevo capito che il calcio può dare grandissime gioie alla gente.
ENZO BEARZOT

Trapattoni è un grande tecnico perché parla il linguaggio dei calciatori.
LOTHAR MATTHAUS Parlando di Giovanni Trapattoni

So tutto dell’Inter. È la mia squadra, lo sarà per sempre. È una questione affettiva difficile da spiegare. Quando la vedogiocare, dentro di me è un tumulto di emozioni.
LOTHAR MATTHAUS

Quando debutto in una squadra mi informo subito sui gusti [musicali] dei giocatori. Se ascoltano canzoni banali non va bene, compro gli stereo e li installo nella sala massaggi così crescono meglio.
SERSE COSMI

Giocatori e allenatori possono essere contestati per i loro ingaggi a volte spropositati, possono essere criticati per il loro gioco, insultati per come mettono in campo la squadra ma loro per lo meno vincono o perdono. Tutto intorno c’è una fauna di personaggi che non hanno né arte né parte.
SERSE COSMI

La prima cosa che guardo in un giocatore è il suo talento. Se c’è il talento, a tutto si trova una soluzione; purché mi risolva le partite, ovviamente.
SERSE COSMI

Il segreto di questa società si chiama coerenza. Ha capito che in una città di provincia era impossibile puntare a giocatori importanti ma che i giocatori bisognava farli diventareimportanti.
sull’Udinese
SERSE COSMI

Tra me e il pallone c’è un rapporto speciale. Ancora oggi, come quando ero bambino, so già come dovrò trattarlo e cosa dovrò farne prima ancora che mi arrivi tra i piedi.
LEO MESSI

Quando feci il provino per il Barcellona mi fecero palleggiare, dribblare e tirare. Mi dissero “Basta così” quasi subito. Per non corrererischi, mi fecero firmare il contratto al volo, su un tovagliolo di carta.
LEO MESSI

Nel Barcellona e nell’Argentina: è la squadra che mi rende grande, senza l’aiuto dei miei compagni non farei niente, e non avrei vinto nulla.
LEO MESSI

I premi fanno piacere, però preoccupano più voi che me, visto che mi chiedete sempre se sia più bravo questo o quello.
LEO MESSI

La mia fortuna è stata di esserecapitato in questo Barcellona.
LEO MESSI

Ho il massimo rispetto per campioni come Pelè, Maradona o Di Stefano e non voglio essere accostato a loro adesso. Ne riparleremo quando mi ritirerò.
LEO MESSI

Spero di restare al Barcellona fino al termine della mia carriera. Con questa maglia sono diventato un campione e ho vinto tutto. Se non mi cacceranno loro, io non me ne andrò mai.
LEO MESSI

Ronaldo è il mio eroe, mi sono sempre piaciuti Zidane, Ronaldinho e Rivaldo ma Ronaldo è il migliore di tutti.
LEO MESSI Parlando di Ronaldo

Per me è sempre speciale giocare a S. Siro, è un grande stadio. Quello che ti dà più emozioni. Diverso da quelli inglesi, ma speciale.
MARIO BALOTELLI

La Curva mi carica. Non mi fa nessuna paura. E poi, sentire che mi cantano lo stesso coro dedicato a Kakà, il mio idolo, mi fa venire i brividi.
STEPHAN EL SHAARAWY

È divorato dalla voglia di vincere. Ho letto la sua autobiografia, mi incuriosiva conoscere il suo percorso di vita e professionale, proprio per capire di più sul suo conto, sulla sua smisurata ambizione.
STEPHAN EL SHAARAWY Parlando di Zlatan Ibrahimović

Avevo fatto goal e mi ero inginocchiato mimando il tipico gesto degli egiziani, con le dita delle mani chiuse a ventaglio. Da allora sono diventa il ‘Faraone’. Mi sta bene, anche perché sono egiziano da parte di padre.
STEPHAN EL SHAARAWY

Sono lo stesso di sempre con tutti, a cominciare dagli amici storici di Savona, dove sono nato. Solo che adesso la pizza la pago io.
STEPHAN EL SHAARAWY

Cominci a sentirti un fenomeno anche se non vuoi. Per fortuna c’è mio padre a tenermi con i piedi ben piantati per terra.
STEPHAN EL SHAARAWY

Grande impresa farsi stimare da lui, ma pensavo peggio. Il segreto è passargli la palla, o inizia a ringhiare. Bisogna saperlo prendere. Altrimenti, qualche dispetto te lo fa.
STEPHAN EL SHAARAWY Parlando di Zlatan Ibrahimović

Florenzi è uno stacanovista, arriva sempre per primo agli allenamenti, non molla di un centimetro, e ama la Roma come fosse una cosa di famiglia.
STEPHAN EL SHAARAWY

Non voglio 7 giocatori, ma due buoni. Quando vuoi rifondare una squadra ci vuole solo la qualità. Al Milan sono arrivati Ibra e Robinho. Finalmente, ho detto a Galliani, avete preso due ottimi giocatori. Ci vogliono uomini che fanno la differenza non che fanno numero.
FABIO CAPELLO

Una società ha il diritto di prendere chi gli pare: se a un tifoso non sta bene, quella stagione non andrà allo stadio. Ecco, in Italia i tifosi, e il tifo organizzato in particolare, hanno troppo potere.
FABIO CAPELLO

Qui mi vogliono bene? Certo, ma non credo che possano rimpiazzare la Tour Eiffel con una mia statua… Nemmeno i dirigenti ce la possono fare. Ma se ce la facessero rimarrei qui, promesso.
ZLATAN IBRAHIMOVIĆ

Zidane è di un altro pianeta. Quando lui entrava in campo gli altri dieci giocatori miglioravano improvvisamente. Semplicemente così.
ZLATAN IBRAHIMOVIĆ Parlando di Zinédine Zidane

Ho vinto 23 titoli, ho sempre dato il massimo per vincere quanto possibile. Certo, sarebbe bello vincere la Champions, ma se finissi la carriera senza sarei comunque felice e fiero di quanto fatto.
ZLATAN IBRAHIMOVIĆ

Un Mondiale senza di me è poca cosa, non c’è davvero nulla da guardare e non vale nemmeno la pena aspettarlo con ansia.
ZLATAN IBRAHIMOVIĆ

Wenger mi propose di andare a Londra per allenarmi con la squadra [l’Arsenal, n.d.r] e fargli vedere di cosa ero capace. Non ci potevo credere. La mia reazione è stata “Assolutamente no, Zlatan non fa provini”. E così scelsi di andare all’Ajax.
ZLATAN IBRAHIMOVIĆ

Voi parlate, io gioco.
ZLATAN IBRAHIMOVIĆ

Di Maradona basta dire che tutto quel che faceva su un campo di calcio era perfettamente irragionevole.
JORGE VALDANO Parlando di Diego Armando Maradona

Non c’è da preoccuparsi. Il talento calcistico più grande del mondo è custodito in un luogo perfetto: il corpo di Diego Armando Maradona. Il deposito del tesoro – quel cofanetto di ossa, muscoli e tendini che racchiude innumerevoli malizie calcistiche – è in se stesso una meraviglia.
JORGE VALDANO Parlando di Diego Armando Maradona

Tifosi di tutti i quartieri tradivano le loro squadre del cuore per vedere quel genio per il quale un fazzoletto di terreno era più di un latifondo. Alcuni lo confusero con Dio, e quando sei poco più che un bambino non hai motivo di mettere in dubbio l’opinione dei grandi.
JORGE VALDANO Parlando di Diego Armando Maradona

Colpite tutto quel che si muove a pelo d’erba. Se è il pallone, meglio.
NEREO ROCCO

Ex calciatorecerca un lavoro serio. Anche come portiere di notte.

Ho avuto lo stesso infortunio di Totti. Lui ci metterà due mesi a guarire. Io ce ne misi otto. È questione di muscoli, di tonicità. Se ci slogassimo la lingua, io guarirei in due giorni, lui in due mesi.
PIERO CHIAMBRETTI

Nessuno vuol capire che un calciatore è un uomo come un altro.
STEFANO TACCONI

A parte quello che ho vinto, essere stato alla Juventus è un’esperienza che ti rimane dentro, diventa stile di vita.
STEFANO TACCONI

La maglia numero 10 è la mia seconda pelle, ma tutti dovranno avere la possibilità di cullare quel sogno, di indossarla e soprattutto di onorarla.
FRANCESCO TOTTI