Favola: Il buon falegname

La favola di “Il buon falegname” è una storia classica della letteratura per ragazzi

Favola: Il buon falegname
La favola de “Il buon falegname” è un cuore caldo che celebra la gentilezza, la compassione e l’impatto positivo che anche piccoli gesti possono avere sulla comunità. Mostra come la generosità di un individuo possa ispirare cambiamenti positivi e diffondere la luce della bontà in tutto il villaggio.

Nel pittoresco villaggio di Legnovale, noto per le sue case colorate e le strade lastricate di legno, viveva un falegname di nome Edoardo. Conosciuto da tutti come “Il buon falegname”, Edoardo era noto per la sua maestria nel lavorare il legno e per la gentilezza che riversava in ogni pezzo che creava.

Un giorno, un piccolo uccellino ferito, di nome Piumino, atterrò nel cortile di Edoardo. Senza esitare, il buon falegname prese Piumino sotto la sua ala, curandolo con premura e amore. Mentre guariva, Piumino raccontò a Edoardo delle sue avventure e del suo viaggio alla ricerca di un luogo sicuro.

Mosso dal desiderio di aiutare, Edoardo decide di costruire un nido speciale per Piumino. Con il suo talento e la sua abilità, il buon falegname crea un nido intessuto con rami intrecciati e finemente decorato. Il nido diventa presto il rifugio perfetto per Piumino e altri uccellini che si uniscono a lui.

La notizia del gesto gentile di Edoardo si diffonde nel villaggio, ispirando gli abitanti a compiere atti di gentilezza a loro volta. Le creazioni di Edoardo diventano simboli di amore e solidarietà, portando gioia e coesione a Legnovale.

Elenco racconti: Il buon falegname

Elenco video: Il buon falegname

Potrebbero interessarti anche questi articoli: