Filastrocca: A Natale un buon pranzetto

Torna alle filastrocche

La gallina se n’è andata
per non esser cucinata
nè il pollo vuol cadere
arrostito nel braciere.
E il cosciotto di vitello?
Ci cadesse almeno quello!
Il maiale furbettino
si è nascosto nel camino
e la quaglia lesta lesta
ha infilato la finestra.
Il manzo… ah che favola,
se ci fosse su questa tavola.
Il pesce spada non si muove
nè col freddo nè se piove.
E che dir di un buon nasello?
Bè, sarebbe stato bello!
Ragazzi, non ci resta che sperare
di trovar di che mangiare.
Che idea!!! Questa sera menù corto,
sol prodotti del mio orto.
Tanta tante verdurine,
a cubetti o a fettine.
Zucchine carote
finocchi e patate,
cotte crude
fritte o impanate.
Bene, felici e contenti
abbiam qualcosa sotto i denti,
per finir caffè e dolcetto…
poi di corsa tutti a letto!