Connubio o Connubbio?

NOME? Ecco uno degli errori più frequenti che si possono commettere nella lingua italiana

NOME
Qui di seguito trovi la soluzione ad uno degli errori più diffusi della lingua italiana: NOME

Qual è il modo corretto?

La forma corretta è “Connubio”

La dizione corretta è “connubio”, una parola che nasce dalla fusione del prefisso “con” e del termine “nubio”. Il prefisso “con” significa insieme, corrispondente al latino “cum”. Il termine “nubio”, a sua volta, può essere tradotto come matrimonio o unione. Quindi, “connubio” può essere interpretato letteralmente come “con unione” o “con matrimonio”.

Il termine “nubio” ha origini nel verbo latino “nubere”, che significa anche coprire. Questo concetto si amplifica considerando che “nubio” è anche correlato a “nubis”, la nube del cielo. In modo metaforico, la nube rappresenta l’assenza del sole, ovvero il sole coperto. Così, il connubio tra il sole e la nuvola può essere analogo all’incontro tra l’uomo e la donna, con l’elemento femminile che copre l’elemento maschile, celando la sua presenza alla vista.

Il termine “connubio” non necessariamente si limita al matrimonio, ma può descrivere ciò che avviene naturalmente tra l’elemento maschile e femminile, culminando nell’accoppiamento. Inoltre, in Egitto, “nub” significa anche oro, e la Nubia (attuale Etiopia), ricca di miniere d’oro, vide la sorgere della XV dinastia egizia, conosciuta come dei “Faraoni neri”. La Nubia è la terra d’origine di Amon Ra, rappresentato con un cerchio d’oro sulla testa di falco. Questo simbolo solare, circondato da un serpente o posato su un arco lunare, rappresenta non solo il Sole come principio creativo, ma anche l’attività creativa con i suoi attori in azione, riflettendo così il significato profondo del termine “connubio” come unione creativa.

Il prefisso “con” assume senso in questo contesto, poiché è proprio grazie all’interazione tra maschile e femminile che emerge qualcosa di nuovo. Questa novità non riguarda solo il risultato dell’accoppiamento, ma anche la trasformazione delle due entità generanti, che, sebbene legate, possono mantenere la propria identità o fonderla in una nuova entità. Il termine “connubio” diventa quindi una rappresentazione di questa unione creativa e trasformativa tra elementi complementari.

Potrebbero interessarti anche questi articoli: