Legenda o Leggenda?

Legenda o Leggenda? Ecco uno degli errori più frequenti che si possono commettere nella lingua italiana

Legenda o Leggenda?
Qui di seguito trovi la soluzione ad uno degli errori più diffusi della lingua italiana: Legenda o Leggenda?

Qual è il modo corretto?

La forma corretta è “Dipende”

Se ci si riferisce a una didascalia a margine di una rilevazione, grafica o in formule, si deve parlare di “legenda”. Se, invece, si parla di una storia, soprattutto se radicata nella tradizione orale e senza necessariamente riscontri reali, si usa il termine “leggenda”.

“Legenda” ha origini nel verbo latino “lego, legis”, che significa leggere ma può anche assumere il significato di legare o collegare. Il termine completo, “legenda est”, invita esplicitamente a leggere ciò che è indicato a margine, come note esplicative, per comprendere il testo o la figura a cui sono collegate. Inoltre, “legenda” può indicare l’attribuzione di un significato occasionale a un simbolo, diverso da quello originario. Ad esempio, su una carta geografica, i colori convenzionali assegnati alle diverse zone, come le vigne in rosso e le granaglie in giallo, vengono spiegati nella legenda, cioè la serie di pallini colorati a margine con indicazioni come “vigna” per il rosso e “grano” per il giallo. In questo contesto, “legenda” è fondamentale per interpretare la mappa.

Per quanto riguarda “leggenda”, la parola segue un percorso diverso, rappresentando la narrazione di una realtà tramandata oralmente. Una storia diventa “leggenda” quando, senza entrare nel merito della sua veridicità, è radicata nella coscienza popolare e si riferisce a un fatto vissuto da chi l’ha raccontata per la prima volta. Nel corso del tempo, la storia può trasformarsi, arricchendosi o storpiandosi grazie alla fantasia di chi la racconta successivamente. Anche una storia priva di riscontri nella realtà può diventare “leggenda” se il suo valore è simbolico e non legato a eventi concreti.

Potrebbero interessarti anche questi articoli: