Poesia di Hafez – Posai sulla strada questo volto

Torna alla biografia di Hafez

Posai sulla strada questo volto, e lui ecco non passò.
M’attendevo da lui ben mille grazie, e neppuremi guardò.
Di mie lagrime una piena non erose odio dal cuore,
ché non resta mai la traccia della pioggia su una pietra.
È un baldo giovane: sempre su lui veglia, Signore!
Non bada al dardo dei lai che sospiriamo schivi.
A queste mie grida non dormirono, a notte, pesci e uccelli,
e guarda l’impudente, neppure si sveglio!
Volevo, qual candela, spegnermi ai piedi suoi,
ma lui qual brezza d’alba non mi volle visitare.
Chi c’è di così duro e così indegno, dimmi,
che a parar la tua spada non offre anima a scudo?
La lingua tua, penna eloquente, mai si tradì, poeta:
però perse la testa, e il suo arcano svelò.