Poesia di Robert Frost – Assiduo della notte

Torna alla biografia di Robert Frost

Sono stato uno assiduo della notte.
Sono uscito – e rientrato – con la pioggia.
Ho superato le luci della città.
Ho perlustrato il vicolo più triste.
Ho incrociato il guardiano nella ronda
e per non spiegare ho abbassato gli occhi.
Fermo ho fermato il calpestio dei passi
quando un grido spezzato in lontananza
da un’altra strada giunse sulle case
ma non per richiamarmi o dire addio;
e a un’altezza più remota e cosmica
un orologio astrale contro il cielo
né giusto né sbagliato disse il tempo.
Sono stato uno assiduo della notte.